Home » Ciclocomputer GPS di media gamma: confronto tra Bryton Rider 310 e Garmin Edge 520
Home » Ciclocomputer » Ciclocomputer GPS di media gamma: confronto tra Bryton Rider 310 e Garmin Edge 520

Ciclocomputer GPS di media gamma: confronto tra Bryton Rider 310 e Garmin Edge 520

Confronto Ciclocomputer Bryton Rider 310 e Garmin Edge 520

Sei alla ricerca di un Ciclocomputer GPS di fascia media? Nell’articolo di oggi confronteremo il Garmin Edge 520 ed il Bryton Rider 310, che rappresentano per i rispettivi produttori le soluzioni intermedie.

Se per caso non hai le idee ancora chiare se quale computer per la bici scegliere, ti consiglio di leggere prima questo articolo: Ciclocomputer, la guida per scegliere quello più adatto a te.

Dico subito che, come funzioni, il Garmin Edge 520 è sicuramente più dotato del Rider 310 e forse sarebbe stato più corretto paragonarlo con il Rider 530, che è il computer più completo di gamma della Bryton; questa analisi si basa maggiormente sul posizionamento dei dispositivi all’interno del brand, entrambi, infatti, sono di media gamma.

Garmin Edge 520

Garmin Edge 520

Il primo aggettivo per descriverlo quando lo tocco con mano l’ Edge 520 è: affidabile.
Rende subito l’ idea di qualcosa di solido e di ottima qualità.
Ha un costo abbastanza importante, faccio una panoramica per capire se è giustificato.

Punti di Forza

Si tratta di un dispositivo Gps dotato di tecnologia segui traccia, ha un bel display a colori completamente configurabile con le griglie dei dati che mi interessano.
Il suo punto di forza è, a mio parere, la costante connessione con lo smartphone tramite il Bluetooth.
A che scopo direte voi? Previsioni meteo, notifiche messaggi e chiamate, scarico automatico dell’ allenamento e installazione automatica degli aggiornamenti del software.
Tutto questo sempre in modo istantaneo.
Altro punto interessante, la possibilità di creare più profili utente. Con questi, posso impostarlo per vari utilizzi diversi uno dall’altro: quando vado su bici da corsa posso preferire griglie di valori diversi rispetto a quando esco in mtb. Come anche quando lo utilizzo su rulli in casa.
Ecco che posso creare un profilo per ogni esigenza.
Ciò rende interessante questa funzione è la possibilità di utilizzare lo stesso Edge 205 da più persone. Io avrò il mio profilo personale con tutti i miei dati e le mie preferenze di utilizzo e visualizzazioni, così anche gli altri che lo useranno, basterà selezionare ed attivare il profilo dell’utilizzatore.

Elenco Caratteristiche del Garmin Edge 520

  • Scocca di colore bianco opaco (plastica)/nero opaco sui tasti e bordi (gomma)
  • Segnale GPS / GPS GLONASS
  • Porta mini USB
  • Connessione Bluetooth
  • Connessione a tutti i sensori di tipo ANT+ (velocità, cadenza, velocità/cadenza combinato, potenziometro, Shimano Di2)
  • Display a colori (35 x 47 mm)
  • Display modificabile con App esterne che permettono di modificare la visualizzazione dei dati (come ad esempio, mostrare la velocità con un tachimetro)
  • Altimetria e pendenza % calcolato con sensore barometrico
  • Bici 1 e Bici 2
  • Possibilità di creare profili utente multipli
  • Durata della batteria: 15 ore
  • Possibilità di inserire mappe di piccole dimensioni. (comunque il dispositivo rimane “segui traccia”, non è in grado di calcolare percorsi alternativi)
  • Download automatico quando connesso a smartphone alla comunità Garmin connect e volendo a Strava
  • Venduto nella versione solo dispositivo (i sensori posso acquistarli dopo, anche di altre marche, basta che siano di tipo ANT+, poi basta abbinarli) oppure già completo di sensori.

Valutazioni (da 1 a 5)

Software dispositivo: 5
Software esterno: 4
Velocità segnale GPS: 4
Durata della batteria: 4
Qualità dei materiali: 4
Estetica: 3
Rapporto qualità/prezzo: 4

Commento finale

Il Garmin Edge 520 è uno strumento completo dotato di spiccata versatilità per trasformarsi a seconda delle mie necessità. Il livello di personalizzazione è pressochè totale.
Anche se il budget di spesa è alto, ma voglio tutto sotto controllo e sono un pò “smanettone”, allora è lo strumento giusto per me.
Sia il software del dispositivo che il portale per la condivisione creato da Garmin (Garmin connect) sono strutturati in maniera ottimale per sfruttarli a pieno!

Cosa si può migliorare

Se potessi migliorare qualcosa in questo prodotto, aumenterei la memoria così da poter caricare mappe di maggiori dimensioni (ricordo comunque che questa funzione non è presente tra le funzioni del dispositivo. Le mappe vanno cercate in internet da siti secondari e caricarla sul dispositivo è operazione molto semplice. Sempre tutto spiegato in internet).

Il prezzo.
Se si può definire il costo come un qualcosa di migliorabile…. allora sì. Non costa poco.

Globale:  – 4/5

 

Bryton Rider 310

Bryton Rider 310

Il primo aggettivo per descriverlo: semplice.
E’ dotato di soli tre tasti, grazie con i quali si possono gestire tutte le impostazioni iniziali e di utilizzo del dispositivo.

Punti di Forza

La facilità di utilizzo del Bryton Rider 310 è veramente scioccante.
Al primo avvio del dispositivo, dopo aver selezionato la lingua, il dispositivo è subito pronto sulla griglia dell’allenamento. Pochi secondi per l’acquisizione del segnale gps (anche questa veramente veloce) e posso avviare la registrazione.
Anche la modifica delle griglie a seconda dei miei desideri è molto seplice e come dice l’azienda “Power On and GO!”.
Una volta terminata l’uscita basta collegarlo via Bluetooth alla App Bryton su smartphone/tablet e l’allenamento viene caricato sulla App e se lo desidero gli stessi dati verranno condivisi anche su Strava.
Anche le performances legate alla durata della batteria sono importanti: Rider 310 è dotato di una batteria molto potente, con un ciclo di ricarica completa la durata arriva a 36 ore in registrazione Gps.

Elenco Caratteristiche del Bryton Rider 310

    • Scocca di colore nero lucido (plastica) / tasti di colore grigio e arancione (plastica)
    • Segnale GPS
    • Porta mini USB
    • Connessione Bluetooth
    • Connessione a tutti i sensori di tipo ANT+ (velocità, cadenza, velocità/cadenza combinato, potenziometro)
    • Display monocromatico (27 x 35 mm)
    • Altimetria e pendenza % calcolato con sensore barometrico
    • 5 griglie di informazione con 8 informazioni ciascuna
    • Bici 1 e Bici 2
    • Profilo utente unico
    • Durata della batteria: 36 ore
    • Download delle tracce quando si attiva la sincronizzazione da smartphone/tablet. I dati vengono salvati sul profilo della App e volendo anche a Strava
    • Venduto nella versione solo dispositivo (i sensori posso acquistarli dopo, anche di altre marche, basta che siano di tipologia ANT+, poi basta abbinarli) oppure già completo di sensori.

Valutazioni (da 1 a 5)

Software dispositivo: 4
Software esterno: 2
Velocità segnale GPS: 4
Durata della batteria: 5
Qualità dei materiali: 3
Estetica: 3
Rapporto qualità/prezzo: 5

Commento finale

Se quello che voglio è registrare i miei allenamenti e poterli visualizzare comodamente poi su smartphone e su Strava Rider 310 è la scelta giusta
Il software dello strumento è molto semplice e dopo pochi minuti si prende subito confidenza con le sue funzionalità.
Il suo prezzo ultra competitivo lo rende uno strumento Gps accessibile a tutti.

Cosa si può migliorare

Sicuramente il software del sito Bryton è migliorabile, molto basilare e schematico non permette di condividere le esperienze con gli altri utenti: per il momento l’unica alternativa in questo senso è l’utilizzo di Strava.
Altra funzione da integrare sono le notifiche di messaggi e chiamate dello smartphone durante l’allenamento.
Bryton sta lavorando su questo ma per il momento non sono comunicate date di pubblicazione dell’aggiornamento che le renderà possibile.

Globale:  – 3,5/5

 

Bryton  Rider 310

Display monocolore
Segnale GPS
Connettività sensori ANT+
Bluetooth
Dimensioni: 45×69,5×17,3 mm
Dim. Display: 27×35 mm
Durata Batteria: 36 ore

Garmin Edge 520

Display a colori
Segnale GPS/ Glonass
Connettività sensori ANT+
Bluetooth
Dimensioni: 49x73x21 mm
Dim. Display: 35×47 mm
Durata Batteria: 15 ore

Conclusioni

Garmin Edge 520 e Bryton Rider 310 sono due dispositivi che appartengono a due fasce di mercato diverse ma entrambi si collocano, all’interno del proprio brand, nella fascia di gamma media.
La differenza nel costo dei due prodotti è evidente e quindi Garmin riesce ad offrire qualcosa di più, come esperienza di utilizzo.
Garmin offre delle funzioni molto utili che al momento su Bryton non ci sono (vedi le notifiche).
Bryton ha dalla sua un gran bel prezzo e la semplicità di utilizzo.
In conclusione ogni cicloamatore dovrà capire ciò che cerca alla fine il tutto sta nel capire di cosa necessito: se il massimo in tutto con il marchio per eccellenza dei gps, oppure utilizzare uno strumento di un marchio nuovo, che esegue il suo lavoro in modo eccellente.

Commenti Facebook

La bici è la tua passione?

Unisciti a più di altri 1.000 ciclisti e ricevi utili consigli per ottenere il meglio dalla tua bici.

Pedalare non sarà più come prima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su